Best of Brunello 2015

Il Brunello di Montalcino DOCG resta uno dei nostri vini preferiti: Un vino prodotto in purezza da uve Sangiovese che rispecchia alla perfezione il suo territorio d’origine, la Toscana sud-orientale. E’ stato possibile partecipare a questo Best of Brunello 2015 con tutte le tipologie: tale annata, ma anche con le annate e riserve degli anni in vigna precedenti

La città di Montalcino notturna. Città da dove viene il Brunello 2015 che abbiamo appena degustato per la pregiata guida Wein-Plus in D. Foto: Consorzio

Ed ecco il riassunto di Marcus Hofschuster, il capo-degustatore della pregiata guida dei vini Wein-Plus:

Chi ha paura di annate calde?

Non c’è dubbio, nessuno vorrebbe tornare negli anni ’70 del secolo scorso, quando – se andava bene -, nel giro di dieci anni, si producevano tre annate buone. Tuttavia, molti appassionati del vino sono preoccupati di fronte alle annate sempre più calde, visto che il cambiamento climatico è sempre più evidente. Questo vale soprattutto per le zone storicamente già calde come quella intorno a Montalcino eppure il Brunello 2015.

Ma questa preoccupazione è giustificata solo in parte e l’annata del Brunello 2015 lo dimostra perfettamente. Perché nel caso ideale, non solo i gradi alcolici sono alti, ma allo stesso tempo aumentano anche concentrazione, profondità dell’aroma e complessità – almeno laddove si lavora con attenzione e si evitano uve surmature e danni da calore. Se il frutto riesce a mantenere la sua finezza, anche i vini concentrati e potenti non appaiono pesanti o addirittura grossolani.

Sviluppo a Montalcino confermato anche in un’intervista al Presidente

Per accompagnare al meglio l’attuale Best of, abbiamo parlato con il Presidente del Consorzio, Fabrizio Bindocci, della crisi Covid 19 e di un’altra grande sfida, il cambiamento climatico e come i produttori di Montalcino lo stanno affrontando. All’intervista … (in tedesco) …

I germogli di Sangiovese. Foto: Consorzio Brunello per Wein-Plus, degustazione Best of Brunello 2015

Brunello 2015 – Miglior annata da tanto tempo

Gli esemplari buoni di Brunello 2015 – e questi sono più la regola che l’eccezione – lo dimostrano in modo impressionante. Sono vini potenti, ma allo stesso tempo succosi e seducenti, profondi e pieni di sfaccettature, che offrono una finezza sorprendente. Sinceramente anche noi non eravamo sicuri cosa aspettarci dall’annata del Brunello 2015, ma siamo rimasti pienamente convinti: è la migliore da tanto tempo.

I risultati delle degustazioni

Per l’attuale Best of Brunello 2015 abbiamo assaggiato circa 140 vini. Come sempre, presentiamo i migliori qui sotto e in un PDF (tedesco/inglese) a portata di mano. I link a tutti i vini con le note di degustazione dettagliate e ai loro produttori si possono trovare cliccando sulle categorie sottostanti (questi dettagli dietro i link sono solo visibili per i business member).

La terra è un fattore importante per il Brunello in Montalcino. Foto: Consorzio per Wein-Plus

I migliori vini Brunello 2015 e di qualche annata precedente

I vini dell’annata 2015

  • 95WP Il Poggione
  • 94WP “Teatro”, Salicutti
  • 94WP Salvioni
  • 94WP “Montosoli”, Altesino
  • 94WP “Rennina”, Pieve Santa Restituta
  • 93WP “Amore & Magia” Le Ripi
  • 93WP Pieve Santa Restituta
  • 93WP “Podernovi”, San Polo
  • 93WP Cerbaia
  • 93WP “Manachiara”, Silvio Nardi
  • 93WP “Vigna delle Raunate”, Mocali
  • 92WP “Vallocchio”, Fanti
  • 92WP Castelgiocondo
  • 92WP La Fiorita
  • 92WP “Giobi”, La Fortuna
  • 92WP “Sensis”, Cava d’Onice
  • 92WP “Colombaio”, Cava d’Onice
  • 92WP “Vigna del Fiore”, Barbi
  • 92WP Sesti
  • 92WP Fattoi
  • 92WP “30 Anni”, Solaria
  • 92WP “Vigna Piaggia”, Abbadia Ardenga
  • 92WP “Prime Donne”, Donatella Cinelli Colombini
  • 92WP Giodo
  • 92WP “Sorgente”, Salicutti
  • 92WP “No”, La Fiorita
  • 92WP “Vigneto Poggio Doria”, Silvio Nardi
  • 92WP Vasco Sassetti
  • 92WP Roberto Bellini
  • 91WP Uccelliera
  • 91WP “Pomona”, Villa Poggio Salvi
  • 91WP Luca Brunelli
  • 91WP “Rosildo”, Franco Pacenti
  • 91WP Franco Pacenti
  • 91WP Innocenti
  • 91WP Castelgiocondo
  • 91WP Mastrojanni
  • 91WP Tenuta di Sesta
  • 91WP Poggio San Polo
  • 91WP Argiano
  • 91WP Casisano
  • 91WP “Piaggione”, Salicutti
  • 91WP “Vigna La Casa”, Caparzo
  • 91WP Beatesca
  • 91WP La Fortuna
  • 90WP La Magia
  • 90WP Fanti
  • 90WP Baricci
  • 90WP “Tassi”, Franci Franca – Tassi
  • 90WP Solaria
  • 90WP “Vigna Manapetra”, La Collina dei Lecci
  • 90WP Ricci
  • 90WP Capanna
  • 90WP Máté
  • 90WP “Campaperi”, Il Valentiano
  • 90WP Le Chiuse
  • 90WP Villa le Prata
  • 90WP La Gerla
  • 90WP La Poderina
  • 90WP Belpoggio
  • 90WP Donatella Cinelli Colombini
  • 90WP SassodiSole
  • 90WP Altesino
  • 90WP “A.D. 1441”, Castello Tricerchi
  • 90WP “Franci”, Franci Franca – Tassi
  • 90WP Poggio Il Castellare
  • 90WP Talenti

Annate precedenti

  • 95WP 2006 Biondi Santi
  • 93WP 2010 Riserva “Diecianni”, Le Chiuse
  • 93WP 2006 “Vigna del Fiore”, Barbi
  • 93WP 2013 Riserva, Caparzo
  • 92WP 2011 Riserva “Campo di Marzo”, Il Valentiano
  • 92WP 2006  “Altero”, Poggio Antico
  • 91WP 2006 Riserva “Poggio al Vento”, Col d’Orcia
  • 91WP 2013 Riserva “Poggio al Vento”, Col d’Orcia
  • 90WP 2014 Riserva “Ripe al Convento”, Castelgiocondo
  • 90WP 2006 Val di Suga

Il cielo sopra Montalcino al tramonto. Foto: Consorzio per Wein-Plus

Ringraziamenti

Ringraziamo tutti i partecipanti per i loro campioni inviati in degustazione e il Consorzio Brunello di Montalcino per la preziosa collaborazione per la realizzazione del Best of Brunello 2015 e annate precedenti.

Alla versione tedesca di questo Best of Brunello 2015 e precedenti (link esterno e per leggere il contenuto serve una membership in Wein-Plus).


Tutte le foto per questo articolo sul Best of Brunello 2015 ++: Courtesy of Consorzio del Vino Brunello di Montalcino

Lascia un commento