BEST OF Etna – Il rinascimento vulcanico

Spoiler: Abbiamo assaggiato circa 250 vini da quasi 50 cantine per questo BEST OF Etna. Ma prima vorremo darvi i pensieri del nostro capo degustatore, Marcus Hofschuster, che era veramente entusiasmato da questi vini siciliani dell’Etna.

Il rinascimento vulcanico

Quando nel 1968 fu riconosciuta la Etna DOC, le cose non stavano proprio andando al meglio per i vini del famoso vulcano siciliano. La grande qualità di cui si parlava già ai tempi dei Romani, era quasi inesistente, molti dei vigneti più alti e difficili da coltivare erano stati abbandonati, e la gran parte del vino veniva venduto sfuso ai ristoranti delle vicine città costiere. Con il crollo del mercato dello sfuso negli anni ’80, le aree coltivate e i volumi di produzione sono diminuiti ulteriormente.

Paesaggi siciliani con ragazza con un cesto di uve. Foto per il BEST OF Etna - Consorzio di Tutela Vini Etna DOC per wein.plus

La grande rinascita

La rinascita dell’Etna come regione vinicola è iniziata intorno agli anni 2000, quando, Andrea Franchetti della cantina Trinoro e il mediatore Marc de Grazia hanno iniziato a ricoltivare i migliori vigneti del vulcano. Con i loro vini delle nuove tenute Passopisciaro e Terre Nere hanno rapidamente attirato l’attenzione internazionale. Planeta, una delle migliori cantine siciliane, ha seguito l’istinto di investire, così come anche Tasca d’Almerita e Donnafugata.

Ad oggi, il numero di aziende vinicole di qualità è cresciuto fino a circa 60, e la superficie vitata è in costante aumento. Molti vigneti sono ormai piantati in altitudini a volte ben superiori ai 1000 metri sul livello del mare, che non sono affatto coperti dalla Etna DOC. Ciò comporta che alcuni dei migliori vini devono essere commercializzati come Sicilia DOC o anche come Terre Siciliane IGT.

Il vulcano domina il paessaggio nella Sicilia occidentale. Foto Consorzio per wein.plus

BEST OF Etna – Rivoluzione di qualità

Ma la vera rivoluzione di qualità – la quale abbiamo potuto anche notare nelle degustazioni per questo BEST OF Etna – è appena iniziata sull’Etna. Molte cantine hanno prima dovuto trovare la loro strada. Ci è voluto del tempo prima che i vigneti, in parte antichi, fossero di nuovo in buone condizioni, ed il giusto approccio alle varietà autoctone – specialmente al Nerello Mascalese e al Nerello Cappuccio per i vini rossi e rosati e al Carricante e al Catarratto per i bianchi – doveva ancora essere trovato. Solo pochi anni fa, le fluttuazioni di qualità erano altrettanto elevate.

Questo è cambiato notevolmente nel frattempo, come si può vedere non solo dalle nostre valutazioni in generale qui nel BEST OF Etna, ma anche dal numero notevolmente elevato di “vini preferiti” contrassegnati da cuori (assegniamo questo premio solo ai vini che ci danno un grande piacere). La ragione dell’unicità dei vini dell’Etna non è solo l’estrema varietà e fertilità dei terreni vulcanici, ma anche l’alta quota dei vigneti e il microclima fresco. Anche nel sud, la vendemmia spesso non inizia prima della fine di settembre, nel nord e nel nord-est spesso anche quattro settimane dopo, e non di rado si trascina fino a novembre. A volte c’è la neve sull’Etna.

vigneti verdi vicino il vulcano nella Sicilia occidentale. Foto Consorzio per wein.plus

Vini nobili ed eleganti rilevati nel BEST OF Etna

I risultati che abbiamo trovato nel bicchiere per questo BEST OF Etna sono vini che non ti aspetteresti mai in Sicilia.

I vini rossi sono spesso descritti dai viticoltori locali come una miscela di Pinot Noir e Nebbiolo, e ci azzecca proprio. Possono essere estremamente eleganti e fini, di colore chiaro, più tendenti al frutto rosso che al frutto nero, ma nerbi, profondi e con tante sfaccettature. I rappresentanti più semplici, alcolici e talvolta con tannini rustici, stanno diventando sempre più rari. I tratti caratteristici sono aromi da affumicati a leggermente catramosi, che provengono dal terroir, non dal legno, così come un aroma molto fine di essenza di pomodoro, che a volte va venire in mente il Syrah di prima classe della Valle del Rodano settentrionale.

I bianchi degustati per questo BEST OF Etna, che sono prodotti principalmente da Carricante, possiedono idealmente una nobiltà, una finezza e una tensione che si conoscono solo nelle migliori regioni di coltivazione a zone più settentrionali. La frutta è sempre chiara e contenuta, l’acidità vivace e, come per i rossi, spesso di carattere chiaramente minerale.

Questo vale anche per i rosati, spesso molto buoni, che non devono assolutamente essere trascurati!

Bicchieri con vino rosso, vino rosato e vino bianco. Illustrazione per le degustazioni della piattaforma del vino wein.plus e il BEST OF Etna. Foto: Alice Pasqual, Unsplash

I vini dell’Etna non sono economici. La coltivazione dei vigneti, che sono coltivati ad Alberello è laboriosa e la resa generalmente bassa. Anche se il Consorzio permette fino a 9.000 chilogrammi di uva per ettaro, specialmente nelle migliori zone, i viticoltori spesso raccolgono molto meno. Ciò significa che la viticoltura sull’Etna ha solo ragion d’esistere se ci si concentra sulla massima qualità e su vini con un carattere unico. I produttori dell’Etna hanno accettato la sfida.

BEST OF Etna in cifre

Abbiamo assaggiato circa 250 vini da quasi 50 cantine per il BEST OF Etna. Per ragioni tecniche, non possiamo separare i vini dell’Etna che non sono commercializzati sotto la Etna DOC da altri vini della Terre Siciliane IGT o Sicilia DOC. Per questo motivo, i vini che non provengono dall’Etna appaiono occasionalmente nelle liste.

I risultati delle degustazioni dei vini per il BEST OF Etna

I link a tutti i vini del BEST OF Etna degustati con le note di degustazione dettagliate e ai loro produttori si possono trovare ai seguenti link:

Alla versione inglese … di questo BEST OF Etna!

Alla versione tedesca … di questo BEST OF Etna!

 

Annotazione: Links esterni! Per leggere tutto il contenuto bisogna essere Premium Member di wein.plus. Vale per le descrizioni dettagliate dei vini, i punteggi e profili delle aziende. Se, come produttore, non sei ancora Premium Member, magari ci ripensi con l’occasione rendendo in questo modo visibile tutti i tuoi prodotti d’eccellenza… Al modulo d’iscrizione! Oppure leggi prima le ulteriori informazioni sulla Premium Membership in wein.plus qui oppure scrivi a Katrin Walter, la nostra responsabile per Italia.

Ogni cantina può, ovviamente, vedere i propri esiti faccendo il login sulla piattaforma del vino wein.plus

 

Ringraziamenti

Ringraziamo tutti i partecipanti per i loro campioni inviati in degustazione ed il Consorzio di Tutela Vini Etna DOC per le foto e la preziosa collaborazione per la realizzazione di questo BEST OF Etna.

Ecco dove nascono i vini per il BEST OF Etna: Vigneti Cottanera con le mura e in fondo l'etna, il famoso vulcano siciliano. occidentale. Foto per il BEST OF Etna - Consorzio di Tutela Vini Etna DOC per wein.plus

Foto paesaggi siciliani per il BEST OF Etna: Consorzio di Tutela Vini Etna DOC. Foto bicchieri: Alice Pasqual, Unsplash

Lascia un commento