Best of Lambrusco 2018 – Le buone sorprese spumeggianti

Per il primo Best of Lambrusco 2018 in assoluto in Wein-Plus Marcus Hofschuster e suo team di degustatrici ha provato nel corso degli ultimi mesi una gamma piuttosto ampia di Lambruschi, sia secchi sia dolci … ed ecco il suo rapporto:

Un bel bicchiere di Lambrusco con la spuma. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Il fraintendimento spumeggiante

Quasi nessun vino un tempo si è fatto rovinare la sua reputazione in modo sostenibile dalle produzioni di prodotti profani di massa come il Lambrusco. Ma sono tempi passati da oltre 30 anni in cui i vini dolci banali dell’Emilia Romagna avevano un periodo aureo. Oggi – almeno fuori dai soliti punti vendita economici – è molto più difficile trovare un vino scadente a fronte di tutti i buoni Lambruschi.

Già il nome Lambrusco è un equivoco; deriva dal nome Lambrusca che significa ‘vite selvatica’. Ci sono parecchie varietà chiamate Lambrusco, di cui molte delle quali non sono neppure imparentate e di origini diverse. Quest’ultimi possono, a loro volta, prendere il nome da una certa varietà di Lambrusco, di cui non devono neanche essere fatto cento per cento. Tuttavia, alcuni vini rappresentano uno stile abbastanza chiaro; mentre da altri non si riconosce dalla denominazione cosa ti aspetta nel bicchiere.

Un paessaggio nella zona di produzione del Lambrusco. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Sempre Lambrusco ma sempre diverso

Tra le varianti più nobili ci sono senza dubbio il Lambrusco di Grasparossa di Castelvetro e il Lambrusco Salamino di Santa Croce, che sono abbastanza simili, però il Grasparossa si trova molto più spesso che il Salamino. Questi vini sono – a parte i più rari rosati – molto scuri, possono essere estremamente succosi con accattivanti aromi freschi, spesso con un po‘ di pepe nero, una perlage fine e tannini sempre presenti ma quasi mai astringenti. Questi vini esistono da completamente secchi a piuttosto dolci, anche se sono proprio i tannini austeri i quali equilibrano anche un maggior tenore di zucchero e fanno sì che anche le versioni ‘amabili’ non sembrano mai massicci o esagerati.

Al Grasparossa somiglia altrettanto il Reggiano ma la gamma del suo aspetto è leggermente più vasta. Reggiano può anche essere rustico, a volte un po‘ rurale; spesso compariscono pure note animali. Nella sua versione migliore, non si riesce quasi distinguerlo da un Grasparossa. E anche il Reggiano si presta ugualmente per la vinificazione in secco, semi-secco e dolce.

Una storia completamente diversa è il Lambrusco di Sorbara. Un buon Sorbara è generalmente di colore da rosso chiaro a rosato, di una accentuata austerità e ricco di freschezza. I miglior vini sono di una razza inimitabile, hanno nerbo e finezza aromatica come una succosità aspra, che all’assaggiatore (come l’autore e fan di questo stile) rende difficile di non iniziare subito a berli con la degustazione.

Il vino che brilla nei bicchieri. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Ringraziamenti

Ringraziamo il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, innanzitutto il direttore Ermi Bagni, per il sostegno nel raccogliere i campioni e per la fornitura delle foto di Carlo Guttadauro per illustrare l’articolo. Ringraziamo, inoltre, tutti i produttori per la loro gradita partecipazione con i loro pregiati vini al Best of Lambrusco 2018.

Tutti i vini degustati per il Best of Lambrusco 2018

Sono stati quasi cento vini che abbiamo provato nelle ultime settimane per questo Best of Lambrusco 2018, di cui vi presentiamo il meglio qui di seguito e in un PDF (click). I link a tutti i vini con una descrizione dettagliata puoi trovare cliccando qui al link alla guida oppure sotto sui rispettivi titoli (leggibili sono solo i dati dei membri … per cambiarlo per la tua azienda clicca qui o scrivi a katrin.walterwein-plus.eu)

Lambrusco di Sorbara DOP

  • 90WP 2016 Secco “del Fondatore”,Chiarli
  • 88WP 2015 Brut Nature Rosé “Ring Adora”, Podere il Saliceto
  • 88WP 2016 Secco “Rimosso”, Cantina della Volta
  • 87WP 2017 “Vecchia Modena”, Chiarli
  • 87WP 2016 Brut “La Riserva”, Gianfranco Paltrinieri
  • 87WP Secco, Righi
  • 87WP Brut, Donelli
  • 86WP 2016 Brut “Brutrosso”, Cantina della Volta
  • 86WP Secco “Rio”, CS San Marino in Rio
  • 86WP Brut “1925”, Lombardini
  • 86WP Brut, Davide Zucchi
  • 86WP Brut “Rosé del Christo, Cavicchioli & Figli
  • 85WP Secco “Riservato agli Amici”, Pezzuoli
  • 85WP Secco “Rosae”, Divinja

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOP

  • 88WP 2017 Secco “Vigneto Caldini”, Chiarli
  • 88WP 2017  Secco “Corleto”, Villa di Corlo
  • 87WP 2017 Amabile, Villa di Corlo
  • 87WP Amabile, Chiarli
  • 87WP Secco “L’acino, Corte Manzini
  • 87WP “ciacaron”, Bassoli
  • 87WP “Fruttato”, Giacobazzi
  • 87WP “Operapura”, Ca’ Montanari
  • 87WP Secco, Corte Manzini
  • 86WP Extra Dry “OperaRosa”, Ca’ Montanari
  • 86WP Amabile “Semprebon”, Moretto
  • 86WP Amabile Castelvetro
  • 86WP Semi Secco “La Giara”, Giancarlo Messori
  • 86WP Secco “Monovitigno”, Moretto
  • 86WP Amabile, Corte Manzini
  • 85WP Secco “Tasso”, Moretto
  • 85WP Amabile “Riunite”
  • 85WP Secco, Righi
  • 85WP Secco “Bolla Rossa”, Corte Manzini
  • 85WP Brut Rosé, Corte Manzini
  • 85WP Secco, CS Croce
  • 85WP Secco “Toccacielo”, Fratelli Carafoli
  • 85WP 2017 Secco “Vigneto Cialdini”, Chiarli

Bicchieri col vino in un mosaico. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Reggiano DOP

  • 88WP Secco “Lambrusco Oro”, Alfredo Bertolani
  • 87WP Secco “Lunariò”, Due Torri
  • 86WP Amabile, Lombardini
  • 86WP “Settefilari”, di Aljano
  • 86WP Secco “Il Signor Campanone”, Lombardini
  • 86WP “Piazza San Prospero”, Ca’ de’ Medici
  • 86WP Dolce “Remigio Premium”, Ca’ de’ Medici
  • 85WP Secco “Pra di Bosso”, Casali
  • 85WP Amabile, Riunite
  • 85WP Secco “Cuvée 1950”, Riunite

Lambrusco Salamino di S. Croce

  • 86WP Secco, Cantina di Capri e Sorbara
  • 86WP Amabile, Cantina di Capri e Sorbara

Lambrusco di Modena DOP

  • 89WP 2013 Brut Rosé, Cantina della Volta
  • 89WP Secco “Ancestrale”, Francesco Bellei
  • 88WP 2013 Brut “Trentasei”, Cantina della Volta
  • 87WP Semi Seco “Vecchio Ducato”, Riunite
  • 86WP Abboccato, Cavicchioli & Figli
  • 86WP Secco, Ca’ Montanari
  • 86WP “Re Riccardo”, Bassoli

Lambrusco dell’Emilia IGP

  • 88WP “Gradisca”, Fantestini
  • 87WP Rosé “Lini910”
  • 87WP “Terra Calda”, Ca’ de’ Medici
  • 86WP 2016 Dosage Zero “”Vigne in Alta Quota”, Terraquilia
  • 85WP Secco “BerbaRòsè Lambrósç”, Colle di Catellani Corrado
  • 85WP Rosato, CS San Martino in Rio

Lambrusco spumeggiante. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Qualche curiosità su questo Best of Lambrusco 2018

Trai i solo 100 vini degustati sono usciti ben 23 vini preferiti della redazione. Una cosa mai successa. Nello seguente la lista dei vini del cuore  della nostra redazione uscite dalla degustazione speciale Best of Lambrusco 2018. Per saper cosa significa la segnalazione con il cuore e “vini preferiti” leggi qui il nostro articolo nel blog.

  1. 2016 Lambrusco di Sorbara DOC Secco, Lambrusco del Fondatore (90 WP), Chiarli
  2. 2017 Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco, Corleto (88 WP), Villa di Corlo
  3. 2016 Lambrusco di Sorbara DOC Secco, Rimosso (88 WP), Cantina della Volta di Christian Bellei & C.SPA
  4. 2017 Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco, Vigneto Cialdini (88 WP), Chiarli
  5. Reggiano DOC, Piazza San Prospero (86 WP), Ca‘ de‘ Medici
  6. Reggiano DOC Secco, Lambrusco Oro (88 WP), Cantine Bertolani Alfredo
  7. 2017 Lambrusco di Sorbara DOC Secco, „Vecchia Modena“ Premium, Mention Honorable (87 WP), Chiarli
  8. 2013 Lambrusco di Modena DOP Brut, Rosé (Deg.:Nov.2017) (89 WP), Cantina della Volta di Christian Bellei & C.SPA
  9. Lambrusco dell’Emilia IGT, Terra Calda® (87 WP), Ca‘ de‘ Medici
  10. Lambrusco di Sorbara DOC Brut (87 WP), Donelli Vini SpA
  11. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco (87 WP), Az. Agr. Vitivinicola Corte Manzini
  12. Lambrusco dell’Emilia IGT, Rosé „Lini910“ (87 WP), Lini Oreste & Figli SpA
  13. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Amabile (87 WP), Chiarli
  14. Lambrusco di Sorbara DOC Secco (87 WP), Righi
  15. Lambrusco dell’Emilia IGT Brut, Gradisca (88 WP), Cantina Fantesini
  16. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco, Monovitigno (86 WP), Azienda Vitivinicola Fattoria Moretto
  17. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Amabile, Semprebon (86 WP), Azienda Vitivinicola Fattoria Moretto
  18. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Brut, Operapura (87 WP), Azienda Agricola Ca‘ Montanari di Montanari Enrico
  19. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco, L’acino (87 WP), Az. Agr. Vitivinicola Corte Manzini
  20. Modena DOC Secco, Ancestrale (89 WP), Francesco Bellei
  21. Lambrusco Salamino di S. Croce DOC Secco (86 WP), Cantina Di Carpi e Sorbara S.a.c.
  22. Reggiano DOC Secco, Il Signor Campanone (86 WP), Cantine Lombardini
  23. Reggiano DOC Secco, Lunarò (87 WP), Cantina Sociale Due Torri

Wow … e complimenti a tutti    

 

Vigneto di Lambrusco. Wein-Plus Best of Lambrusco 2018. Foto: Consorzio Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

Tutte le foto per questo Best of Lambrusco 2018: Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, Carlo Guttadauro

 

A tutti gli articoli della categoria „Best of“ qui, su wein-plus.it, tradotti in italiano…

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.