I riconoscimenti scoperta e collezione dell’anno 2017 di Wein-Plus

I premi la scoperta dell’anno e la collezione dell’anno 2017 vanno a quelle cantine che hanno recentemente attirato la nostra attenzione in modo particolare e ci hanno convinto con i loro vini e tutto il loro assortimento. Alcuni fanno già parte dei produttori top delle diverse zone, gli altri ci sono sulla strada del successo.

Nota bene: La possibilità o meno di assegnare un riconoscimento dipende anche in quanto i vini inviati dai produttori stessi alla pregiata guida di vini siano rappresentativi, cioè dalla completezza dell’assortimento presentata a Wein-Plus. Per questo succede che per alcune aree non abbiamo alcun premiato, per altri, forse, solo una collezione oppure una scoperta dell’anno.

I premiati della stagione di degustazione 2017/2018

I premiati dell’attuale stagione arrivano dalle zone di produzione: Ahr, Baden, Franken, Mosel, Nahe, Pfalz, Rheingau, Rheinhessen, Württemberg, Burgenland, Weinviertel, Carnuntum, Kamptal, Kremstal, Wagram, Steiermark, e per Italia dall’Alto Adige, dalla Toscana, dal Piemonte e dal Veneto. E gli italiani premiati vi presentiamo nel seguente anche in lingua italiano.

Le scoperte dell’anno

Il riconoscimento “Scoperta dell’anno” è assegnato alla cantina di una rispettiva area, la quale ci ha sorpreso a causa del più grande salto di qualità. Ci sta al cuore a far conoscere questi produttori fuoriclasse e, spesso, non ancora noti dappertutto agli appassionati e operatori del vino.

Alto Adige

Baron Longo – scoperta dell’anno 2017

Si tratta di vini fini, complessi e completamente unici e mai pesanti o stancanti. Pure il Gewürztraminer rimane piuttosto moderato nell’alcol e ciònonostante ha una grande intensità espressiva.

Baron Longo – Scoperta dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

Piemonte

Busso – scoperta dell’anno 2017

Incantevole succosità, concentrazione, vivacità e freschezza: i vini Barbaresco di Piero Busso sono tra i migliori che abbiamo assaggiato negli ultimi anni.

Busso – Scoperta dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

La collezione dell’anno 2017

Il riconoscimento “Collezione dell’anno 2017“, invece, non premia sempre l’azienda con i miglior quotati vini in assoluto. Questo, in passato, aveva portato alle ripetizioni in alcune zone e – di conseguenza, sia presso i lettori sia presso i produttori – questi titoli perdevano lentamente e comprensibilmente di valore. Oggi assegniamo questi riconoscimenti alle cantine e vignaioli che hanno colpito positivamente la nostra redazione e convinto con i loro vini e assortimenti unici. E siamo sicuri che siano già oppure stiano sulla strada per affermarsi al vertice nelle loro denominazioni di produzione.

Alto Adige

Lageder – collezione dell’anno 2017

Dopo il passaggio alla biodinamica, a Lageder ha iniziato una nuova era. Oggi, pure i vini base hanno un carattere particolare, sono netti, sorprendenti e hanno grinta – e tutto ciò con un tenore alcolico sensibilmente inferiore rispetto agli altri altoadesini. Anche i vini top che hanno avuto da sempre una grande classe, sono diventati ancora molto più fini.

Lageder - collezione dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

Lombardia

Ar.Pe.Pe. – collezione dell’anno 2017

Così vecchio stile – così straordinario. Ar.Pe.Pe. produce i vini più complessi, più espressivi e più longevi della Valtellina.

Ar.Pe.Pe. - collezione dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

Piemonte

Marchesi di Gresy – collezione dell’anno 2017

Difficilmente un vino unisce potenza ed eleganza alla perfezione come un Barbaresco di prima classe, e solo poche aziende vinicole sanno padroneggiare questo stile come Marchesi di Gresy.

Marchesi dei Gresy - collezione dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

Toscana

Trinoro – collezione dell’anno 2017

Trinoro ha la pretesa di produrre vini rossi di varietà bordolesi i quali possono competere con i migliori vini del mondo … e ce la fanno.

Trinoro - collezione dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

Veneto

Inama – collezione dell’anno 2017

Da anni, la famiglia Inama riesce cogliere il meglio dei suoi vigneti con il suolo vulcanico nella zona classica di Soave producendo sulle colline di Berici anche uno dei miglior vini rossi del Veneto: il suo Carmenere.

Inama - collezione dell'anno 2017 della guida Wein-Plus

 

Per chi è curioso vedere tutti i premiati, ecco il link al articolo tedesco originale.

Se non riesci leggere tutti i dettagli (per esempio quando clicchi sui diversi link alle aziende e ai loro risultati nella guida di Wein-Plus sopra e nell’articolo su Wein-plus.eu), la causa potrebbe essere una mancante membership. Solo i membri del network del vino hanno accesso a tutti i dati in tempo reale. (Qui la richiesta per chiedere la membership per te e tua azienda)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *